PREVENZIONE DELL’ALLERGIA DA POLLINI

L’allergia ai pollini è una patologia molto diffusa che si manifesta soprattutto all’arrivo della primavera e talvolta protrarsi anche nella stagione estiva. Tra i pollini più diffusi, che possono scatenare l’allergia troviamo le graminacee (da aprile a giugno circa).


La valutazione della componente pollinica dispersa nell’aria si rende concreta con i calendari delle fioriture (disponibili anche in farmacia) che possono fornire un supporto importante per la gestione dei disturbi.


Sintomi

L’allergia ai pollini può manifestarsi attraverso uno o più sintomi tra cui:

• rinite, naso che cola, congestione nasale

• prurito agli occhi, lacrimazione eccessiva

• tosse

• prurito o pizzicore in gola L’allergia può comparire a qualsiasi età, ma generalmente si presenta già nell’infanzia o nell’adolescenza. In molti casi i sintomi migliorano con l’età, sino addirittura a sparire completamente.

Rimedi

Ad oggi non esiste purtroppo una cura per risolvere completamente la patologia, ma ci sono alcuni farmaci in grado di diminuire drasticamente la sintomatologia, migliorando la qualità della vita del soggetto allergico.

Il miglior trattamento dell’allergia ai pollini consiste nel ridurre o eliminare l’esposizione alla sostanza responsabile ma questo risulta effettivamente impraticabile.

Diversi sono i farmaci a disposizione in commercio in grado di alleviare i principali sintomi dell’allergia; vi sono anche alcuni rimedi naturali, fitoterapici e omeopatici che spesso risultano di aiuto.

I farmaci più efficaci sono:

• antistaminici di nuova e vecchia generazione

• decongestionanti nasali e oculari

• cortisonici

Tra i principali rimedi fitoterapici troviamo il Ribes Nigrum, macerato glicerico; molto indicato nelle forme allergiche, grazie alle sue antistaminiche ed antinfiammatorie cortison-like.

Può essere usato in prevenzione per le forme allergiche stagionali quando assunto 2 mesi prima dell’insorgenza abituale dei sintomi e per tutto il periodo con una posologia di 1 gtt/kg di peso corporeo. Essendo un rimedio fitoterapico il Ribes Nigrum agisce un po' più lentamente rispetto ai farmaci antistaminici o cortisonici e va assunto in modo costante per più tempo. Due sono i suoi grandi vantaggi: non ha effetti collaterali e non provoca assuefazione.


Ti aspettiamo in farmacia per il consiglio più adatto a te.

40 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti